Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Trebaseleghe

Caso Grafica Veneta, il racconto choc: «I capi della cooperativa ci controllavano e ci picchiavano»

I lavoratori pakistani della BM Services sas, che aveva in appalto parte della gestione del magazzino di Grafica Veneta, si sono radunati in presidio a Trebaseleghe per raccontare anni di abusi

«C'era sempre qualcuno che controllava. Alcuni miei colleghi sono stati picchiati, non li ho visti ma ho sentito tutto». I lavoratori sottomessi al sistema di caporalato messo in piedi dalla BM Services sas nel pomeriggio di venerdì 30 luglio si sono radunati di fronte alla sede di Grafica Veneta di Trebaseleghe: lavoravano nel magazzino perché la BM Services sas aveva vinto un appalto. E raccontano cosa accadeva.

Il presidio

«Mi venivano a prendere alle sei del mattino con il furgone e tornavo a casa alle otto di sera - dice uno dei lavoratori - Quando lavoravo non li vedevo ma sapevo che ci ascoltavano da dietro le porte. Una volta qualcuno deve essere venuto a rubare in casa, di ritorno dal lavoro era tutto sottosopra ma i capi ci hanno intimato di non parlare con i carabinieri». E ancora: «Lavoravo dalle 10 alle 15 ore al giorno, era così da 4 anni - racconta un altro - Ci pagavano 1.500 euro ma lavoravamo più di 300 ore. E poi parte dei soldi se li tenevano per l'affitto. So che alcuni colleghi sono stati picchiati, non li ho visti ma ho sentito tutto». Con loro c'erano i sindacalisti Cobas che chiedono l'assunzione a tempo indeterminato per tutti direttamente da Grafica Veneta. Il presidente dell'azienda, Fabio Francheschi, aveva annunciato di volerne assumere dieci con un contratto a tempo determinato. «Grafica Veneta era perfettamente a conoscenza del sistema di caporalato, la situazione era sotto gli occhi di tutti - sottolineato dal sindacato - Per pulirsi la faccia l'azienda adesso sta offrendo dei contratti di 4 mesi ma così facendo dà nuova linfa al caporalato. É un ricatto, non puoi parlare sennò il contratto non viene rinnovato e senza non puoi avere il permesso di soggiorno».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Grafica Veneta, il racconto choc: «I capi della cooperativa ci controllavano e ci picchiavano»

PadovaOggi è in caricamento