menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Criminalità, Padova sotto "assedio" Zaia: "Governo distante e distratto"

Alla luce degli ultimi episodi di cronaca, che si sono verificati anche nella città del Santo, il governatore del Veneto lancia dure accuse allo Stato, "colpevole" di non fornire gli strumenti necessari a garantire la sicurezza

Dure accuse alla mancata risposta all’escalation di criminalità che sta interessando tutto il Veneto, da parte del governatore Luca Zaia, alla luce dei recenti fatti di cronaca che hanno interessato anche la città del Santo.

A PADOVA. “A Padova - incalza Zaia - sei pagine di un quotidiano locale sono dedicate a quello che viene definito ‘assedio criminale’, con colpi in banca, negozi, case e slot, con il terrore di un bar a Cornegliana dove banditi armati hanno tenuto in ostaggio cinque clienti e con la gente che chiede di difendersi da sola e di avere la pistola in casa".

IN VENETO. "A Montegalda, in provincia di Vicenza, rapinatori in banca minacciano un cliente con un taglierino, ma il colmo si tocca a Romano, dove tre ventenni di origine nordafricana prima picchiano un tabaccaio; presi e portati in caserma dai carabinieri tornano in libertà, e subito dopo puntano un negozio per rubare capi d’abbigliamento”.

L'APPELLO AL GOVERNO. “A nome di tutti i veneti, quelli già colpiti dai delinquenti e quelli che temono di esserlo ogni giorno di più – dice Zaia – torno per l’ennesima volta a chiedere a Matteo Renzi e al suo Governo un minimo di attenzione per gente che con le sue tasse mantiene mezza Italia. Servono più uomini e più mezzi per le forze dell’ordine, finanziamenti straordinari per apparecchiature di controllo e di difesa, e se tutto ciò non basta si impieghi l’Esercito. La situazione è eccezionalmente grave e richiede risposte eccezionali. E poi – conclude Zaia – occorre che il Parlamento pensi immediatamente a metter mano a una legislazione farraginosa e permissiva, inasprendo le pene, facendo in modo che vengano scontate fino all’ultimo minuto e, in caso di stranieri colti in flagrante o condannati, rendendo possibile l’immediata espulsione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento