rotate-mobile
Cultura Piazzola sul Brenta / Via L. Camerini, 1

Caseus a Piazzola sul Brenta: tra gli ospiti anche i formaggi ucraini, ma non solo

Nella mattinata di domani Zaia taglierà il nastro della kermesse, protagonisti le grandi denominazioni Dop venete ma anche i formaggi di fattoria provenienti da tutta la Penisola

Sono già sold out alcuni degli appuntamenti in programma, ancora tante però le possibilità di partecipare a degustazioni, incontri con i produttori, percorsi in abbinamento e cooking show. Nella mattinata di domani, sabato 1° ottobre alle 9:30, verranno consegnati i premi ai produttori più meritevoli, spetteranno poi al presidente della Regione Veneto Luca Zaia i saluti finali e il taglio del nastro inaugurale.

Tutti i dettagli dell'evento 

Caseus Mundi

Caseus è ormai un evento dal respiro internazionale grazie al percorso Caseus Mundi che ospiterà una selezione di produttori internazionali con prodotti caseari provenienti da Grecia, Slovacchia, Polonia, Germania, Ungheria e Ucraina. Proprio alla Grecia sarà dedicato un padiglione che offrirà l’occasione a tutti di degustare i formaggi tipici di questo Paese proposti in abbinamento ai vini del Consorzio Prosecco DOC.

Il concorso

Cardine dell’appuntamento rimane il concorso Caseus Veneti, giunto alla 18ª edizione, che premierà le grandi denominazioni Dop note in tutto il mondo, spetterà invece la 4° concorso Formaggi di Fattoria premiare le piccole produzioni arrivate per l’occasione da tutta la Penisola.

Tutti i dettagli dell'evento

Tantissimi i formaggi iscritti

Ben 511 formaggi iscritti ai concorsi, un evento unico nel suo genere promosso dalla Regione del Veneto e realizzato da Aprolav «Caseus è un evento che ogni anno riserva delle sorprese, ospitare altre produzioni regionali e comunitarie è fonte di orgoglio e confronto - afferma, alla vigilia dell’appuntamento, Terenzio Borga, presidente Aprolav - stiamo sviluppando un progetto di calibro internazionale grazie al lavoro sinergico con la Regione del Veneto e l’edizione di quest’anno vuole essere un punto di partenza per un nuovo format” e prosegue “i produttori stanno attraversando uno dei momenti più bui a causa dei costi esageratamente alti delle forniture, non solo energia elettrica ma anche cereali e soia che arrivano nel mercato con prezzi insostenibili per le aziende. Ci stanno togliendo la dignità, se la situazione non migliorerà ci troveremo davanti molte aziende sull’orlo del tracollo economico, anche per questo è importante valorizzare quanto sono eccellenti le produzioni casearie del nostro territorio con eventi come Caseus».

Tanti gli eventi in programma

Fittissimo il calendario di incontri gratuiti tra consumatori, produttori, consorzi di tutela e poi chef, pizzaioli e cuochi contadini che esalteranno le piccole produzioni locali e le grandi denominazioni Dop della Regione: Grana Padano, Asiago, Casatella Trevigiana, Provolone Valpadana, Monte Veronese, Piave, Montasio e Mozzarella Stg. Una settantina le degustazioni durante le due giornate, tra le novità anche la pizza napoletana di Luciano Sorbillo e uno spazio interamente dedicato all’Arte contemporanea del formaggio, coordinato da Alberto Marcomini, grande conoscitore dei formaggi e delle loro qualità.

Mercato e molto altro 

Non mancheranno, inoltre, il mercatino dei prodotti tipici da tutta Italia, il mercatino dei caseifici e delle PPL del Veneto, confermato anche il gemellaggio con il Friuli Venezia-Giulia che, con il Veneto, condivide la produzione del Montasio Dop. Sarà invece valorizzato da Lattebusche il Piave Dop con 6 degustazioni guidate. Una kermesse del gusto che fa rete con numerose produzioni tipiche valorizzate dalla rete locale di Alì supermercati con 10 appuntamenti di degustazione. Tante, infine, le occasioni di divertimento anche per i più piccoli come la Fattoria di Italialleva in collaborazione con Ara Veneto.

Degustazioni al buoi

Ritornano le degustazioni al buio, 6 appuntamenti realizzati in collaborazione con Fondazione Lucia Guderzo che guiderà i visitatori in un’esperienza davvero singolare. Avrà uno scopo solidale anche Forme di solidarietà il padiglione dove, ad un prezzo simbolico, verranno vendute le forme di formaggio inviate per il concorso destinando il ricavato della vendita a Life Inside onlus, Città della Speranza e Fondazione Lucia Guderzo.
Caseus conferma, dunque, il proprio ruolo di riferimento nella promozione di una cultura casearia di qualità; per questo l’edizione 2022 rinnova per tutto il programma l’ingresso gratuito.

Per altre info https://www.caseusitaly.it/

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caseus a Piazzola sul Brenta: tra gli ospiti anche i formaggi ucraini, ma non solo

PadovaOggi è in caricamento