rotate-mobile
Politica

Giordani dà le deleghe ai consiglieri: Bisato e Canella vice, i trasporti a Gottardo. Fuori FdI

Il presidente: «Nei prossimi due anni ribadirò la mia visione dell'ente: un luogo in cui il dialogo e la collaborazione trasversali devono essere prioritari per realizzare risultati positivi per i nostri sindaci e per l'intero territorio». Accordo del centrosinistra con Lega, Forza Italia e lista Peghin

Con un decreto emanato oggi, 12 aprile, il Presidente della Provincia Sergio Giordani ha assegnato le deleghe ai Consiglieri Provinciali neoeletti. Un atto che segna il completamento della squadra di governo che guiderà l'ente per i prossimi due anni, con l'obiettivo di dare continuità all'azione amministrativa avviata nel corso del precedente mandato e di affrontare le nuove sfide che attendono il territorio. Non ci sono sorprese rispetto a quanto previsto dagli accordi con parte del centrodestra. Rimane fuori solo Fratelli d'Italia, con i consiglieri Matteo Cavatton e Luigi Sabatino, mentre entra nell'amministrazione anche la lista Peghin (attraverso la Lega) con Roberto Cruciato. La viabilità va al Carroccio.

L’elenco dei Consiglieri provinciali con le rispettive deleghe

Canella Daniele, Vicepresidente Vicario: Lega

Pianificazione territoriale e Urbanistica

Personale

Patrimonio, musei e edilizia generale

Società partecipate

Affari generali

Avvocatura civica

Contratti e gare

Rapporti con l’unione provincie italiane e riforme istituzionali

Coordinamento progetti PNRR

Bisato Luigi detto Alessandro, Vicepresidente: Partito Democratico

Edilizia scolastica

Politiche del lavoro e dell'occupazione

Pubblica Istruzione e formazione

Politiche del terzo settore

Politiche di promozione dei diritti dei consumatori e contro le frodi

Agujari-Stoppa Stefano: Partito Democratico

Politiche di transizione ecologica ed energetica e per la promozione delle energie rinnovabili

Parchi e riserve naturali

Politiche abitative

Politiche di legalità e lotta alle mafie

Politiche giovanili

Grandi eventi

Alibardi Silvia: Udc

Promozione del territorio e valorizzazione eccellenze

Volontariato e associazionismo

Partecipazione attiva della cittadinanza e comunicazione attività dell’Ente

Caccia e pesca

Baraldo Stefano: Lega

Viabilità

Università e ricerca

Accessibilità e vita indipendente

Bordin Daniela: Forza Italia

Protezione civile e formazione della cittadinanza nella prevenzione degli eventi estremi

Valorizzazione della memoria storica del territorio e delle sue tradizioni

Gemellaggi, cooperazione internazionale e pace

Cruciato Roberto: Lista Peghin (eletto con la Lega)

Amministrazione trasparente

Programmazione e controllo

Espropri

Tributi

Sburocratizzazione e semplificazione amministrativa

Cave

Polizia mineraria

Rapporti col Comepa

Sviluppo delle attività intermodali e della logistica sostenibile

Gastaldello Emanuela: Pd

Pari opportunità e contrasto alle violenze di genere, politiche dell’inclusione e dell’integrazione

Gottardo Vincenzo: Udc

Trasporto pubblico locale

Turismo

Cultura

Urp e relazioni esterne dell’ente

Agricoltura

Martin Paola: Pd

Bilancio

Biblioteche

Politiche europee e comunitarie

Momolo Massimo: Pd

Piste ciclabili e politiche di promozione della mobilità dolce

Cicloturismo

Termalismo

Mosco Eleonora: Lega

Sviluppo economico

Politiche industriali

Valorizzazione Made in Italy e dell’artigianato locale

Attività produttive

Ipa (Intese programmatiche di area)

Sport e manifestazioni sportive

Sicurezza e polizia provinciale

Promozione dell’attività sportiva della terza età e dell’invecchiamento attivo

Pasqualetto Carlo: Azione

Innovazione

Smartcity

Transizione e agenda digitale

Sistemi informativi

Turetta Valentino: Forza Italia

Ambiente e sostenibilità

Valorizzazione dei percorsi fluviali e delle vie d’acqua

Tutela degli animali d’affezione

Politiche di sanità, prevenzione e benessere pubblico

Le parole di Sergio Giordani

Resta in capo al Presidente della Provincia la materia "Infrastrutture strategiche della Grande Padova" e tutto quanto non espressamente delegato: «Nei prossimi due anni, ribadirò la mia visione dell'ente Provincia, conforme all'ordinamento vigente: un luogo in cui il dialogo e la collaborazione trasversali devono essere prioritari per realizzare risultati positivi per i nostri sindaci e per l'intero territorio - le parole di Giordani - .Ringrazio le consigliere, i consiglieri e le forze politiche e civiche per la collaborazione nel percorso che ha portato alla distribuzione delle deleghe e per quel che intraprenderemo ora, nell'interesse esclusivo dei nostri comuni e della cittadinanza. Saranno punti di riferimento per la discussione e  il confronto. Affrontiamo sfide importanti che richiedono il contributo di tutti e il coinvolgimento attivo di tutte le amministratrici e gli amministratori. Non esisteranno minoranze o maggioranze per me in Provincia; la mia cultura è quella dell'ascolto. Rispetto le chiare posizioni di tutti, come ho avuto modo di leggere sulla stampa e sentire in aula. Assicurerò a ogni consigliere la massima considerazione, sempre disponibile al dialogo durante questo mandato, in linea con i miei convincimenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giordani dà le deleghe ai consiglieri: Bisato e Canella vice, i trasporti a Gottardo. Fuori FdI

PadovaOggi è in caricamento