rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Calcio

Cittadella, Stefano Negro: «Non siamo contenti del pari a Lecco. Ora serve la scintilla per tornare ad essere spensierati»

Il centrale di Gorini, autore del gol del momentaneo vantaggio a Lecco, riconosce le difficoltà del momento in casa granata

Nonostante il momento difficile del Cittadella, Stefano Negro si sta confermando uno degli uomini chiave dello scacchiere tattico di Gorini. Autore della rete a Lecco, con due gol sugli ultimi sei realizzati dai granata, si sta rivelando anche un discreto finalizzatore sulle palle inattive, proprio come è successo al Rigamonti Ceppi: «Il gol? Il pallone è spuntato all’ultimo dopo la spizzata di Salvi. Non era facile tenerla bassa, lontana dal portiere e senza farla toccare da Maistrello. Per fortuna è andata bene. Speravamo in una vittoria a Lecco, anche se sapevamo che non era scontato vincere fuori casa. Non siamo contenti del pari, anche perché dopo l’1-0 vevamo un’occasione importante per portare a casa i tre punti. Abbiamo subito un gol non facilmente evitabile. Un passo indietro sulla prestazione al Rigamonti-Ceppi? Credo sia figlia del momento e di sicuro non è al livello del periodo tra novembre e dicembre quando vincevamo cinque partite di fila. Diciamo che "prestazioni obbligate", non per il peso del pallone, ma in questo momento così importante non si vuole che un errore di valutazione possa condizionare un risultato negativo. Stiamo cercando di badare al sodo: anche se a Lecco non siamo arrivati al successo, ne abbiamo guadagnato in “solidità". In fondo nelle ultime tre abbiamo subito solo 2 gol, di cui il jolly di Crociata pressoché inevitabile. La classifica? Non la stiamo guardando. Tre punti in undici partite non sono numeri da Cittadella. Mentirei se dicessi che abbiamo paura di essere risucchiati indietro, così come di essere sicuri che riprenderemo quelle avanti. Ora abbiamo bisogno della vittoria per far scoccare la scintilla che ci serve per giocare più spensierati le prossime partite. Sui sistemi di gioco mi trovo abbastanza bene con entrambi. In linea di massima cambia poco, forse qualche uscita iniziale, ma in fin dei conti cerchiamo di essere aggressivi come quando giochiamo a 4. Pavan? È vicino al rientro e come manca lui, penso anche agli altri infortunati. Pavan è un grande giocatore per noi e ci fa bene averlo a disposizione. Più siamo, meglio è. In Serie B non ci sono mai risultati scontati, basta guardare questa giornata con la Feralpisalò vincente con la Cremonese o il Pisa che rimonta il Palermo. Possiamo andare a vincere a Reggio Emilia, come ci è già successo contro il Palermo in trasferta questa stagione, così come andare in difficoltà contro chiunque, inclusa la squadra di Nesta».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadella, Stefano Negro: «Non siamo contenti del pari a Lecco. Ora serve la scintilla per tornare ad essere spensierati»

PadovaOggi è in caricamento