rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Calcio

Eccellenza, girone B: è fuga Arcella, peccato Abano!

Nell'undicesima giornata del girone B dell'Eccellenza Abano ed Arcella danno vita ad un match teso ed equilibrato, deciso dal rigore di Calgaro all'86'. Padroni di casa che terminano la gara in 9

L'Arcella mantiene la testa della classifica e va in fuga, grazie al rigore decisivo di Calgaro a quattro minuti dalla fine in casa dell'Abano, nell'undicesima giornata del girone B del campionato Eccellenza. La testa della classifica fa bene alla squadra di mister Tentoni, con Tessari squalificato e parecchi problemi in mezzo al campo. La risolvono i sostituti, Calgaro e Cvetkovic. Il prima sigla il rigore sinora più importante della stagione, mentre il secondo sfianca la resistenza di Finazzi e colleghi. Per l'Abano di Biasioli i complimenti e la certezza di stare lavorando nella direzione corretta. 

LA CRONACA

Abano in tenuta bianca con il suo consolidato 3-5-2 e la doppia punta pesante in avanti, il duo composto da Buzzi e Favaro. Arcella con il 4-3-3 con Bressan e Turea larghi in fascia e Rampazzo riferimento offensivo. In panchina con mister Tentoni qualità da giocarsi a gara in corso con Calgaro, Vecchiato, Cvetokovic. Nella prima frazione c'è poco da scrivere. Tante battaglie in mezzo al campo e parecchi fischi di un fiscale Crivellaro di Legnago. Carraro intorno al quarto d'ora prova dalla distanza, ma il pallone si perde sul fondo. A metà della frazione, gol fantasma. Cross dalla destra di Bressan, colpo di testa sul secondo palo di Scarpa dall'interno dell'area piccola. Caio Vinicius, dentro la linea di porta, la para in qualche modo e il pallone, secondo il guardalinee Zambon di Schio, non ha superato completamente la linea di porta. Goal line technology cercasi disperatamente anche in Eccellenza. L'Arcella preme. Turea ruba il pallone al giovanissimo Cunico e si invola sulla sinistra servendo il pallone per Rampazzo e Bressan, entrambi murati dalla retroguardia dell'Abano in corner. Tutta qui la prima frazione, con un Abano molto ordinato, ma poco pungente in avanti, nonostante il doppio ariete. Nella ripresa l'Arcella si gioca subito gli assi nella manica, Cvetkovic e Calgaro per Rampazzo e Scarpa. Arcella ridisegnato in campo con un 4-2-3-1 molto offensivo, in cui Turea galleggia tra la posizione di trq Un minuto e subito palla in profondità per Cvetkovic, ma Caio Vinicius in uscita sbroglia la matassa. Al 49' Nnodim si fa buttare fuori per doppia ammonizione, dopo una pedata abbastanza netta ai danni del neo entrato Calgaro. La punizione di quest'ultimo, dai 25 metri, è una telefonata urbana per l'attento Caio Vinicius. Notizie dal mondo Abano. Ferreira dalla destra, su punizione, scodella in mezzo. Finazzi spizza, ma il pallone si perde alto sopra la traversa. Calgaro sulla sinistra fa quello che vuole, scherzando con Ferreira e duellando con Cunico, spesso avendo la meglio su quest'ultimo. La pressione dell'Arcella è costante, come al 58' quando Toso sfonda sulla destra e mette in mezzo un pallone perfetto per la testa di Cvetkovic, che da pochi passi spedisce la palla a lato. Arcella molto vicino al vantaggio al 63' quando Boscaro e Cvetkovic si scambiano il pallone di testa in area di rigore, prima dell'intervento provvidenziale di Henrique Volpe. Sul capovolgimento di fronte, ecco Favaro provare l'assolo dopo aver rubato il tempo a Boscaro in uscita. Il tiro del 9 dell'Abano è debole tra le mani di Berto. Ancora Arcella. Corner al 69' e parapiglia in area clamoroso, sul quale l'Abano si salva in qualche maniera. Due minuti dopo è Cvetkovic ad avere ancora il pallone buono per il vantaggio nerobianco, ma il suo piatto nel cuore dell'area di rigore è facile presa di Caio Vinicius. Piva al 76' si divora la migliore palla gol della giornata aponense. Da un lancio lungo di Finazzi, buca Ballarin, Piva dal limite ha il pallone buono per bucare Berto, ma sbaglia malamente. All'85' Calgaro fugge sulla sinistra e si procura un calcio di rigore dopo essere stato atterrato dal neo entrato Proto. È lo stesso Calgaro che dal dischetto spiazza Caio Vinicius e trova il vantaggio per l'Arcella. Reazione dell'Abano con la punizione di Pinto e il colpo di testa di Thiam, con il pallone che si perde largo sul fondo. Nel finale convulso, Abano in 9 per il rosso diretto, per proteste del giovane Cunico. 

Ecco il tabellino della gara di Abano Terme:

Abano 3-5-2: Caio Vinicius; Cunico, Finazzi, Zatta; Ferreira (67' Proto), Bozza (75' Guerriero), Nnodim, Capuzzo (66' Pinto), Henrique Volpe; Buzzi (66' Piva), Favaro (71' Thiam). A disposizione: Havryshkiv, Gazzola, Leonardis, Pinto, Guerriero, Proto, Thiam, Piva, Zandona'. All: Biasioli 

Arcella (4-3-3): Berto; Toso, Boscaro, Ballarin,  Paccagnella; Scarpa (46' Calgaro), Carraro, Pistolato; Bressan (64' Cecchele), Rampazzo (46' Cvetokovic), Turea. A disposizione: Pranovi, Varnier, Fanton, Cecchele, Calgaro, Albieri, Vecchiato, Cvetkovic. All: Tentoni

Arbitro: Leonardo Crivellaro di Legnago. 

Assistenti: Riccardo Liotta (San dona' di Piave) e Alex Zambon (Schio)

Espulso: 49' Nnodim per doppia ammonizione, 94' Cunico rosso diretto per proteste

Ammoniti: Boscaro, Bressan, Toso, Ferreira, Pistolato

Recupero: 2'

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenza, girone B: è fuga Arcella, peccato Abano!

PadovaOggi è in caricamento