Calcio

Serie D, Luparense: le parole di mister Zanini alla vigilia del debutto

"Sarà un anno tosto, ma siamo fiduciosi", così il tecnico della Luparense, Nicola Zanini, dal sito ufficiale della squadra rossoblu, delinea l'inizio stagione previsto sabato alle 15.00 contro il Caldiero

Tempo scaduto. Domani ecco il debutto per la Luparense, nel girone C della Serie D, attesa ad un battesimo di fuoco a Caldiero, provincia di Verona. Verona, città quest'ultima che Nicola Zanini, tecnico della Luparense, conosce bene viste le due stagioni da calciatore tra il 1995-1997 in maglia Hellas. Proprio le parole di Zanini al sito ufficiale della Luparense Calcio, disegnano un po' l'attesa dei rossoblu in vista della prima giornata di campionato.

«I miei ragazzi devono avere una fame da lupi e degli occhi da tigre. lI girone C, a mio avviso, è sempre stato tra i più competitivi ed equilibrati del nord Italia. Sarà un anno tosto, ma siamo fiduciosi. La squadra ha avuto innesti importanti e mirati. Durante l’estate l’area sportiva e la società hanno lavorato in perfetta simbiosi per cercare di garantire a me ed allo staff la miglior formazione possibile da mettere in campo e così è stato. Abbiamo sicuramente colmato molte lacune e siamo pronti ad affrontare questa nuova sfida».

Non mancano gli excursus sulla stagione 20-21, dove Zanini si dimostra molto autocritico.«L’anno scorso abbiamo perso 15 punti per strada solo per la nostra tenuta mentale. Quest’anno questo non dovrà assolutamente succedere. Abbiamo lavorato sia dal punto di vista fisico che da quello psicologico. La testa nel calcio conta per almeno il settanta per cento. Non basta essere i più forti sulla carta, bisogna esserlo in campo e quest’anno lo dimostreremo».

Parole al miele per l'ambiente di San Martino di Lupari, in particolar modo per la Società presieduta da Zarattini.«Vorrei cominciare dicendo che apprezzo molto la scelta della società di riconfermare me ed il mio staff. È una bella iniezione di fiducia per tutto l’ambiente e dare continuità ad un progetto tecnico importante come il nostro può essere un’arma in più in un campionato così tirato.» 

Ed infine ecco l'analisi della rosa, con mister Zanini molto soddisfatto dell'organico a disposizione. «In questa stagione voglio vedere più consapevolezza dei propri mezzi da parte dei miei giocatori. Abbiamo un organico molto competitivo e voglio che i miei ragazzi se ne rendano conto. Io, dal canto mio, dovrò dare loro una mano sotto questo punto di vista. Poi voglio vedere equilibrio. Io adoro giocare col 4-3-1-2, ma i moduli alla fine sono solo numeri, è l’atteggiamento che conta e l’equilibrio di squadra che si riesce ad ottenere durante l’intera stagione. Ovviamente poi, per tornare alla tua domanda, la cosa più importante per un allenatore e sentirsi seguito. Se i miei giocatori mi seguiranno fino all’ultima giornata non solo potrò ritenermi soddisfatto, ma sono sicuro che i risultati saranno una diretta conseguenza di questo».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D, Luparense: le parole di mister Zanini alla vigilia del debutto

PadovaOggi è in caricamento