Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Con "Sanitap", l'Ulss 16 nel Gotha dell'informatizzazione nazionale

Servizi su medici di famiglia, farmacie, guardia medica, pronto soccorso, elimina code, scarico referti e pagamento ticket. L'applicazione ha vinto il premio del concorso “App4Cities: dai dati alle applicazioni mobile”

Arriva da Bologna la consacrazione a livello nazionale per “SaniTap”, l’app che l’Azienda Ulss 16 Padova ha lanciato lo scorso aprile e che permette di avere in “tasca” servizi su medici di famiglia, farmacie, guardia medica, pronto soccorso, oltre che di accedere a servizi di elimina code, allo scarico referti e al pagamento del ticket.

SANITAP PREMIATA. “SaniTap” ha infatti vinto il premio del concorso “App4Cities: dai dati alle applicazioni mobile”, che è stato lanciato da ForumpaChallenge e Polihub, l'incubatore del Politecnico di Milano, per raccogliere e dare visibilità a soluzioni innovative realizzate per migliorare l’amministrazione pubblica, i servizi e la vita quotidiana sul territorio, attraverso il riuso e l’elaborazione di dati o informazioni. La premiazione è avvenuta nel corso del convegno “Citizen data, app & startup”, promosso da Forumpa nell’ambito della fiera “Smart City Exhibition”, che rappresenta il luogo europeo in cui confluiscono le più avanzate realtà delle comunicazioni.

I NUMERI DI "SANITAP". 8mila download, 180 valutazioni con una media di circa 4,5/5 stelle, e più di 200 e-mail inviate al supporto con unanimi espressioni di soddisfazione: sono i numeri sino ad oggi di “SaniTap”, che nasce dall’esigenza aziendale di adottare un nuovo approccio comunicativo all’insegna del web 3.0. Il team di informatici dell’Azienda Ulss 16 sta attualmente implementando ulteriori funzioni per “SaniTap”, tra cui quella relativa alla consultazione degli animali d’affezione smarriti o adottabili nei distretti veterinari, e quella relativa alla disponibilità per le donne di modificare gli estremi di un appuntamento per lo screening citologico.

"STEWARD IN TASCA". Ma l’innovazione più spinta di “SaniTap” è rappresentata dal progetto “Steward in tasca”. A breve, sarà possibile per il paziente - attraverso l’esclusivo utilizzo dello smartphone - essere guidato in tutto il percorso all’interno delle principali strutture dell’Ulss 16. Il sistema informatico che si sta consolidando consente infatti la localizzazione della persona negli spazi chiusi tramite i sensori iBeacon, basati sulla medesima tecnologia del bluetooth, ed è in grado di rilevare l’arrivo del paziente, indirizzarlo in automatico nel punto esatto in cui deve presentarsi e, nel caso in cui non abbia ancora pagato la prestazione, invitarlo al pagamento (che potrà essere fatto direttamente dallo smartphone con carta di credito).  Lo “steward in tasca” è in fase di avvio all’interno del struttura poliambulatoriale patavina di “Casa ai Colli” ed entro il 2016 sarà fruibile anche agli ospedale Sant’Antonio e Immacolata Concezione di Piove di Sacco.

ZAIA. “Con l’informatizzazione e l’innovazione – ha sottolineato il presidente della regione del Veneto Luca Zaia complimentandosi con l’Ulss patavina– si risparmia denaro e tempo e si aggiungono progressivamente nuovi servizi alle persone. È una strada vincente – aggiunge il governatore – che vede la nostra regione e le sue Aziende sanitarie leader nazionali di un cammino di modernizzazione che significa più qualità e più velocità dei servizi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con "Sanitap", l'Ulss 16 nel Gotha dell'informatizzazione nazionale

PadovaOggi è in caricamento